OGGI 18 GIUGNO E’ SAN CALOGERO

Aggiornamento del: 26-07-11 Questo sito è ateo razionalista. Contiene 1.230 pagine, può non essere sempre confacente i gusti e le aspettative di chi lo naviga. L’art. 21 della Costituzione stabilisce che la stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Dei contenuti di altra fonte qui copincollati non possono essere responsabile; I contenuti miei personali non sono mai volontariamente scorretti. Comunque, a proposito di copyright, leggete qua). Se proprio non vi piaccio, non insistete: siete papisti, clericali oppure moralisti.

Inutile che perdiate tempo e fatica, oltre le cose materiali non c’è nulla, tanto meno divinità onnipotenti che pur essendo inavvertibili fanno e disfano il mondo e l’universo. Queste credenze mortificano la nostra natura e giustificano le mortali azioni delle chiese, che non fanno altro che controllare e censurare l’umanità.

Il mezzo più usuale per iscriversi alla UAAR? Versamento su c/c postale n° 15906357 intestato a: Associazione UAAR – Via Ostiense 89 – 00154 Roma. Importi tra cui scegliere: 25€ 50€ 100€ (dettagli e altro sul sito Uaar)

Sei razionalista? Non credi all’ “occulto”, agli ufologi, ai maghi, ai cartomanti, agli astrologi, alle medicine alternative? Non tolleri chi truffa le persone vantando “poteri” ? ISCRIVITI AL CICAP, il comitato fondato da Piero Angela che ci difende da queste cose. Scopri come sul sito più scettico che c’è!

“GLI STUDENTI NON SONO COSI'” è disponibile

Per ordinare: € 12 su c/c postale n. 17614876 intestato a Riccardo Zanello

oppure bonifico bancario IBAN: IT04D0760116200000017614876

(con titolo del libro e vostro nome cognome e indirizzo)

Per velocizzare, inviare ricevuta del pagamento via fax al n. 1782207404 oppure via mail a ordini@tempestaeditore.it

Vai alla quarta di copertina.

IL SITO DEL GOVERNO DA CUI SCARICARE GRATIS TUTTE LE NORME, LE LEGGI E I REGOLAMENTI

OGGI 18 GIUGNO E’ SAN CALOGERO

Oggi è san Calogero, ma è inutile precisare che il “san” non solo è impossibile che esista (la certezza di un potere così grande dei papi di far “diventare” magico un comune mortale benché soltanto post mortem, sarebbe evento epocale e unico nell’universo), ma neppure il “Calogero” è così certo, dal momento che il tizio in questione l’agiografia (tutta concentrata in un unico manoscritto successivo di vari secoli) lo fa nascere nel I secolo dC o nel V, come fosse la stessa cosa.

Tale riferimento non mi appartiene non solo per ovvi motivi di raziocinio, ma pure per significato filosofico; difatti il Calogero a cui si allude rimanda agli anacoreti, che era gente solitaria e primitiva, quindi un po’ troppo distante dal mio carattere. Forse l’unico link è etimologico, significando il termine greco di calogero “bel vecchio”, cosa che vanitosamente mi potrebbe interessare…

E poi, la suddetta agiografia ci dipinge Calogero fissato con l’evangelizzazione delle genti: capisco la disoccupazione del tempo, ma non aveva null’altro di produttivo da fare? Questa traslucida figura che – come al solito – si accompagna misoginamente sempre e solo ad uomini (nel suo caso non furono 12 ma solo 3, e si chiamarono Filippo, Onofrio e Archileone, tutti e tre – come quegl’altri – irrimediabilmente svitati, l’ultimo più di tutti perché per esempio disse di aver visto l’anima di re Teodorico gettata in un vulcano…) e con loro va spassandosi per deserti e luoghi isolati, quando non avvilisce i passanti con le proprie isteriche sicumere, mi fa perfino un po’ pena.

Si favoleggia che Calogero morì quando “abitava” alcune grotte – e te pareva! – presso Sciacca; be’, anche in questo spero di fare di meglio…

No, caro omonimo del I o del V secolo, non mi somigli per niente. Non abbiamo nessuna cosa da spartire, men che meno posso accettare che tu mi rappresenti in qualche maniera. Se oggi festeggio, è perché festeggio il MIO nome non il tuo!, il MIO significato terreno, non il tuo fantasioso significato celeste!, il MIO dimostrabile vissuto, non la tua fiabesca vita!

Ti lascio dunque deperire nella tua insicura storia, dispiacendomi del fatto che ti hanno in mano i papi e il clero, gente da cui diffidare sempre e comunque, e non la – forse elaborata – ma solare, bella e concreta vita di tutti noialtri non-santi.

Auguri, soprattutto a te!

La morte non è nel non poter comunicare, ma nel non essere compresi.

Pier Paolo Pasolini

Il castigo del delitto sta nell’averlo commesso; la pena che vi aggiunge la legge è superflua.
Anatole France

La legge si sostiene sul mito della “verginità” del certificato penale e sul terrore che la gente ha dei processi, della galera e delle inutilmente crudeli conseguenze psicologiche e sociali

La cultura rende liberi: studiare, conoscere, informarsi vi difende da chi vi vorrebbe parte di un gregge

La libertà è già nostra, sta dentro di noi: nessuno può darcela né tanto meno togliercela

L’ateismo è il prodotto dell’evoluzione (Enc. Einaudi, vol. II )

COME DA vangelo di Luca, la gestazione della madonna risulta essere durata 11 anni (vedi)

L’odio che Giuseppe Garibaldi ebbe verso il papato e il clero e, in particolare, verso Pio IX è testimoniato dal nome che Garibaldi diede al proprio asino, “Pionono”, e dal fatto che egli si riferisse al pontefice usando la locuzione “un metro cubo di letame”, oppure con la frase «la più nociva fra le creature, perché egli, più nessun altro è un ostacolo al progresso umano, alla fratellanza fra gli uomini e dei popoli».
«Se sorgesse una società del demonio, che combattesse despoti e preti, mi arruolerei nelle sue file».
Giuseppe Garibaldi, Memorie, ed. BUR

La società è sempre in bilico fra il costruito rispetto delle leggi e il naturale bisogno delle libertà

“ La legge in Italia è come l’onore delle puttane ”
Curzio Malaparte
Nessun Dio ha mai creato il mondo in sei giorni o in qualche milione di anni. Non È mai esistito un Giardino dell’Eden con un serpente chiacchierone e tentatore. Non ci sono mai stati un primo uomo di nome Adamo o una donna di nome Eva. Essi non hanno commesso nessun peccato e noi non siamo condannati per causa loro. Essi non hanno perso la grazia e pertanto noi non abbiamo bisogno di redenzione. L. Graham

Uomini siate e non pecore matte. Dante Alighieri

L’editto “De fide catholica” fu promulgato a Tessalonica da Teodosio I il 27 febbraio 380. Rivolto a tutte le nazioni dell’impero, con esso il cristianesimo diventava la religione ufficiale dello Stato. Circostanza ancora più rilevante, introduceva l’obbligo di credere «nella religione che Pietro aveva trasmesso ai Romani», definendo “dementes vesanosque” chi si fosse rifiutato.

Natalie Shea, anni 6: l’assessorato al decoro di Brooklyn (applicando una recente legge che equipara i graffiti con lo spray ai disegni coi gessetti) le ha intimato di cancellare i disegni col gesso che aveva fatto davanti casa sua, pena una multa di 300 dollari.

BESTEMMI? E ALLORA SAPPI CHE:

* L’ARTICOLO 724 DEL CODICE PENALE (vigente per il Decreto Legislativo n. 507/99) TI COMMINA FINO A 600.000 LIRE DI MULTA.

* Per rischiare la condanna: devi bestemmiare in pubblico (in privato non è illecito), o davanti ad almeno 2 persone, non valgono gesti e frasi figurate, è illegale bestemmiare contro dio ma non contro madonne e santi.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le pagine contengono dati, informazioni, notizie e foto ricavati da fonti pubbliche, quindi – per quanto a me noto – non coperti da copyright. Comunque, le rassegne stampa sono ancora libere. In particolare, il fatto che il sottoscritto aggiunga sempre il link e non pubblichi integralmente la notizia fa ricadere il copia-incolla nella fattispecie “citazione bibliografica” (come dalle norme riportate in questo sito: qui). In caso di segnalazione contraria, ne sarà rimosso il contenuto.

Su citazioni, esposizioni ed elogi di siti, persone, luoghi ecc. non percepisco alcun ricompenso: sono soltanto mie scelte. Quando non diversamente ed esplicitamente dichiarato, sugli scritti ospitati (tramite copiaincolla o citazione) non mi assumo alcuna responsabilità sui contenuti o sulle attendibilità delle fonti.

Le foto presenti su questo sito state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione – indirizzo e-mail ateo@email.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Nel mio sito web si sentiranno esclusi i pii, i diversamente colti e gli irrazionali. Potete comunicare con me 1) inviandomi un’email, 2) lasciando commenti nell’apposito form. Se volete sapere chi sono, cominciate da qui – SUI TELEFONINI: cercate questo sito con Google sul vostro telefonino (vedi come). – RICERCA: se avete la barra di Google installata col vostro browser (qui la si scarica gratis) potete cercare nel mio sito il.

Leggi di più:
FreeSlotMachine.it: Slot Machine Gratis. Gioca Qui!
http://www.cinemaworlditalia.it/cine/cinema_world/fantascienza/4156/slot-machine-il-dietro-le-quinte-e-le-affinita-con-il-mondo-del-cinema-/
http://www.freeslotmachine.it/bonus-casino/senza-deposito